Italiano Inglese

AUTOBUS
L’unico mezzo pubblico che consente di raggiungere il Rifugio Sapienza è l’autobus della compagnia AST. Esso parte da Catania, in piazza Papa Giovanni XXIII e raggiunge il Piazzale del Rifugio Sapienza, a Nicolosi, versante di Etna Sud, da cui partono le escursioni per arrivare alla cima dell'Etna utilizzando la funivia e le jeep.
Il prezzo è di circa 3 euro a tratta. Di seguito riportiamo tutti gli orari tratti dal sito della compagnia:
Da Catania: La partenza da Catania è prevista ogni giorno alle ore 8:15 mentre l’arrivo sull’Etna è previsto per le ore 10:15. E’ possibile prendere l’autobus direttamente a Nicolosi alle ore 9:05.
Dall’Etna: La partenza dall’Etna verso Catania è prevista per le ore 16:30 di ogni giorno con arrivo a Nicolosi alle ore 17:30 e a Catania alle ore 18:30.
Per informazioni contattare AST S.p.A. Catania – Via Luigi Sturzo, 230/232 – Tel. 095 7461096
IN AUTO
Da Nicolosi: Giunti a Nicolosi, la stazione turistica di Nicolosi(Etna Sud) è raggiungibile in circa 20 minuti di strada. Percorrere la Via Etnea e proseguire per la Strada Provinciale 92 fino a raggiungere il Piazzale del Rifugio Sapienza che si trova a quota 1.900 m.
Da Catania: Seguire le indicazioni per Nicolosi attraversando dapprima Gravina di Catania e poi Mascalucia; Giunti a Nicolosi, percorrere la Via Etnea (la via principale del paese) e proseguire per la SP 92 fino a raggiungere il Piazzale Cantoniera a quota 1.910 m. Come-raggiungere-Etna
Da Messina o da Taormina: imboccare l'autostrada ME-CT A18 ed uscire al casello di Acireale, seguire la strada per Lavinaio, Monterosso, Trecastagni, Pedara fino a giungere a Nicolosi; da qui si prosegue per la SP 92 fino a quota 1900. In alternativa, percorrere tutta l'autostrada ME-CT A18 e una volta superati i caselli, proseguire sulla tangenziale di Catania. Uscire allo svincolo di Gravina di Catania e proseguire in direzione Mascalucia e poi Nicolosi. Da qui percorrere tutta la Via Etnea (la via principale del paese) e proseguire sulla SP 92 fino a raggiungere il Piazzale Cantoniera a quota 1.910 m.
Da Palermo: Proveniendo dall'autostrada PA-CT A19 giunti al raccordo con la tangenziale di Catania proseguire in direzione Messina, ed uscire allo svincolo "Gravina di Catania". Da qui seguire le indicazioni per Nicolosi (o Etna) attraversando dapprima Gravina di Catania e poi Mascalucia.

In Auto:

Etna Nord: Autostrada A18 CT-ME uscita per Fiumefreddo di Sicilia proseguire per Linguaglossa e seguire la provinciale Mareneve fino a Piano Provenzana

Le Guide Vulcanologiche sono quei professionisti che operano giornalmente sul nostro vulcano, iscritti negli elenchi speciali dei Collegi Regionali e Provinciali delle Guide Alpine,autorizzate alla conduzione e all’accompagnamento dei turisti nelle aree vulcaniche attive.
Grazie al duro e ricco percorso formativo, sia tecnico che culturale a cui sono stati sottoposti, acquisiscono tutte le competenze necessarie nell’accompagnamento di singoli o gruppi. Il nostro compito principale è quello di trasmettere conoscenze di alto interesse geologico, vulcanologico, naturalistico, nonché parametri di comportamento, per un approccio e una lettura profonda dell’ambiente vulcanico.
La nostra figura ricopre un ruolo di fondamentale importanza: non ci limitiamo alla semplice conoscenza, ma allo studio costante del territorio e dei fenomeni ad esso associati, requisito primario che permette di limitare il rischio legato all’ambiente in cui operiamo, garantendo alti standard di competenza,sicurezza e affidabilità. Per noi la professionalità è importante come anche la passione che ognuno di noi impiega per garantire un’esperienza unica a chi decide di affidarsi a noi. Il vulcano è parte integrante della nostra vita.

Le escursioni sono adatte a tutti, non bisogna essere atleti o sportivi.
Offriamo vari percorsi adatti alle famiglie con bambini, persone anziane o anche diversamente abili.
Ovviamente non mancano le escursioni più impegnative, adatte a chi fa sport o è solito muoversi in montagna in alta quota.

Vestirsi bene è fondamentale per affrontare preparati i repentini cambiamenti del tempo in montagna, è importante indossare un vestiario a strati.
E' consigliabile vestirsi con un magliocino e giacca a vento o k-way, in base alla stagione.
Visto che le nostre attività si svolgono su terreno lavico spesso irregolare, costituito da depositi instabili di ceneri e lapilli, bisogna indossare scarponcini o scarpe da trekking, obbligatorie per affrontare le escursioni in area sommitale.
Qualora fosse necessario, ci affidiamo a noleggi specializzati per l’affitto di attrezzature o abbigliamento tecnico da montagna.